Contratti pubblici – White list – Diniego iscrizione – Perdita autorizzazioni e attestazioni SOA – Prosecuzione dell’attività d’impresa ed esecuzioni contratti con soggetti privati – Impossibilità – Tutela cautelare – Accoglie.

ECLI:IT:TARBO:2023:130OCAU

Pubblicato il 28/04/2023

  1. 00130/2023 REG.PROV.CAU.
  2. 00207/2023 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 207 del 2023, proposto da

-OMISSIS-, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall’avvocato Mariarosaria Cicatiello, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;

 

contro

Ufficio Territoriale del Governo Modena, Ministero dell’Interno, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentati e difesi dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Bologna, domiciliataria ex lege in Bologna, via A. Testoni, 6;

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

Per quanto riguarda il ricorso introduttivo:

– del provvedimento prot. N. -OMISSIS- del 30.01.2023 della Prefettura di Modena – -OMISSIS- –con cui “dispone il rigetto, per le suesposte motivazioni, dell’istanza in preambolo, d’iscrizione nella “White List” di questa Prefettura, avanzata dalla “-OMISSIS-”, sussistendo il pericolo di tentativi di infiltrazione mafiosa tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi della società. Il presente provvedimento assume valore di informazione antimafia di portata interdittiva.

– di tutti gli atti e documenti su cui si fonda l’informazione interdittiva antimafia come in essa indicati e comunque in particolare:

– Nota inviata con Pec del 16.12.2022 (Prefettura di Modena- -OMISSIS- – Prot. Uscita N. -OMISSIS- del 16/12/2022) ad oggetto: Comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza d’iscrizione nella “White list”, ai sensi dell’art. 10-bis della L. n. 241/1990 e s.m.i.;

– Verbale di Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze (Prot. Ingresso N. -OMISSIS- del 29.9.2022) non conosciuto;

– Parere espresso dal Gruppo Interforze istituito presso Prefettura di Modena nella seduta del 5.12.2022 non conosciuti ;

– di ogni altro atto e/o provvedimento presupposto, connesso e/o conseguente ed applicativo agli atti e provvedimenti impugnati che, comunque, ledano diritti ed interessi della ricorrente.

Per quanto riguarda il ricorso incidentale presentato da -OMISSIS- il 27/3/2023:

per l’annullamento

del diniego della Prefettura di Modena–OMISSIS- di accesso agli atti ed estrazione, formulate con Pec in data 10.2.2023 e 3.2.2023, di copia integrale senza gli “omissis” degli atti del fascicolo n.-OMISSIS- del procedimento di rigetto della domanda di iscrizione White List con Prot. Interno n. -OMISSIS- – Prefettura Modena -del 30/01/2023 formulata con istanza di accesso consegnata a mezzo Pec in data 10.2.2023 con particolare riferimento: 1) verbali della Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze del trasmesse dal Ministero alla Prefettura con Nota del 29.9.2022; 2) verbali della riunione del 5.12.2022 del Gruppo interforze presso la Prefettura di Modena; 3) verbali del Gruppo Interforze presso la Prefettura di Modena del 3.8.2018; 4) Questura di Modena prot. n. -OMISSIS- del 3.9.2019 in versione integrale senza omissis nonché di eventuali altri atti non illegittimamente non ritenuti ostensibili (Elenco clienti e fornitori e posizione -OMISSIS-) alla parte e sui quali si è fondato il diniego.

nonché per l’accertamento

del diritto della ricorrente di esame e rilascio di copia integrale di tutti gli atti presenti nel procedimento relativo al diniego di iscrizione della società nella White List del 30.1.2023 della Prefettura stessa, inclusi quelli acquisiti e non citati nei verbali G.I.A. e nel provvedimento finale”, in copia integrale e conforme e con omissis eventuale solo in riferimento ai nominativi e firme dei componenti.

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio dell’Ufficio Territoriale del Governo di Modena e del Ministero dell’Interno;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 27 aprile 2023 il dott. Gianmario Palliggiano e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

 

Considerato che:

– anche sulla base della documentazione allegata dalla parte ricorrente agli atti della causa, appare sussistere il pregiudizio grave ed irreparabile con fondato rischio di paralisi totale dell’attività d’impresa ed irrimediabile compromissione dei relativi valori economico-commerciali;

– nella valutazione dei contrapposti interessi pubblici e privati coinvolti, appare, pertanto, opportuno disporre la sospensione dell’esecuzione dell’impugnato diniego di iscrizione nella cd White list, con esclusivo riferimento all’effetto comportante la perdita delle autorizzazioni e delle concessioni SOA, le quali costituiscono elementi essenziali per la prosecuzione dell’attività d’impresa e delle prestazioni relative ai contratti con soggetti privati.

Si ravvisano le opportune ragioni per compensare le spese della presente fase cautelare.

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia Romagna (Sezione Prima) accoglie la richiesta di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato nei limiti di cui in motivazione.

Fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 27 settembre 2023.

Compensa il pagamento delle spese della presente fase cautelare.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Bologna nella camera di consiglio del giorno 27 aprile 2023 con l’intervento dei magistrati:

Andrea Migliozzi, Presidente

Gianmario Palliggiano, Consigliere, Estensore

Paolo Amovilli, Consigliere

L’ESTENSORE IL PRESIDENTE
Gianmario Palliggiano Andrea Migliozzi

IL SEGRETARIO

 

PI/CF 01779330354